Ritardi

alberi cadutiIeri non è uscito il post che avevo promesso, malgrado fosse a buon punto… Ci sono giornate in cui tutto sembra andare secondo i piani,  e ci si sente il re della foresta vedendo come gli impegni si incastrino e scorrano perfettamente e il rispetto della to do list ci fa luccicare di fierezza.

E poi invece qualcosa interrompe la magia, un black-out ti riporta ai tempi in cui il tramonto coincideva con la fine della giornata… Ti senti invaso da un senso di impotenza e frustrazione… La serata cambia totalmente programma, esci nel vento gelido (indossando, ahinoi, il piumino invernale…) e vai a vedere gli alberi caduti. Ancora alberi in questo blog, platani maestosi che non hanno resistito ai colpi della vita. Torni a casa con una sensazione diversa, pensi alle cose che dovevi fare e non farai, ai ritardi che accumuli a causa di quegli alberi… E pensi che arrabbiarsi non serve a nulla, il tuo e-reader non ha bisogno di elettricità nè di luce, occupi il divano e leggi per ore… e quando finalmente ritorna la corrente tu hai finito un romanzo, e sei già una persona diversa!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in riflessioni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...