…il decluttering è come gli esami: non finisce mai!

sacco-abitiLe ferie estive sono volate, come ogni anno. Avendo il coniuge convalescente (eh…) stavolta non me le sono proprio godute fino in fondo, ma ho cercato di combinare i necessari grandi lavori in casa con relax e belle camminate.

Ho proseguito (e quasi finito) il cantiere in soffitta (ma racconterò prossimamente) e rifatto la camera di mio figlio (idem), ma non ho ovviamente potuto resistere alla possibilità di svuotare ancora un po’ armadi e cassetti.

Incredibile, veramente, la quantità di cose (abiti, scarpe, cosmetici, accessori) che avevo conservato gli anni scorsi e che stavolta è finita nel sacco. La novità è che non ho nemmeno dovuto rifletterci su: tutto ciò che non era stato utilizzato nell’ultimo periodo, e anche ciò che comunque non mi dava soddisfazione, è stato eliminato.

Non è sempre semplice… prendiamo il mio tubino blu scuro, per esempio: pagato un occhio, mi è sempre stato strettino sul seno, ma mi illudevo che col tempo avrebbe ceduto un po’, o mi sarei rimpicciolita io. Era stato, chiaramente, un acquisto sbagliato: se io dimagrisco calo su pancia, fianchi, cosce, ma sicuramente (per fortuna) non sul seno! E così, anno dopo anno, rimaneva nell’armadio aspettando una chance che non avrebbe mai avuto. La scusa che “è un capo classico, e quindi non passa mai di moda” non vale, se è un abito che non puoi indossare. Elementare… col senno di poi 🙂

Mi piace il senso di pulizia interiore che provo dopo una bella sessione di decluttering. Ho imparato a superare i sensi di colpa e non mi pesa più il separarmi da capi che pure ho amato, o che hanno avuto un valore, affettivo o economico che fosse. Niente mi dà più soddisfazione di un armadio sobrio, essenziale, privo di sentimentalismi… anche se, di tanto in tanto, qualche acquisto d’impulso, proprio di pancia, mi capita ancora di farlo!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in decluttering, fatto!, organizzazione domestica, riflessioni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a …il decluttering è come gli esami: non finisce mai!

  1. Aurora ha detto:

    Buongiorno,
    Tanti ma tanti,tanti complimenti per questa costanza nel decluttering e nei lavori in corso!!!
    Ho cominciato anche io, poco alla volta, purtroppo, per i sensi di colpa per di più…ma anche con l’aiuto di questi post spero di farcela…
    Auguri di rapida guarigione per il coniuge e buon lavoro !

  2. claudia ha detto:

    comunque gli acquisti sbagliati spesso sono quelli di cui è più difficile disfarsi, vuoi per quello che rappresentavano (una speranza, un progetto) vuoi per quello che sono costati….
    però poi non vederli più lì abbandonati a se stessi a volte è davvero liberatorio!

  3. Tania ha detto:

    Buongiorno, è sempre bello e stimolante leggere i tuoi post… anch’io ho cominciato piano piano a svuotare gli armadi ma sono sempre stracolmi di roba… asciugamani, lenzuola, per non parlare del bricolage….. mi chiedo sempre che se dovessi ricominciare un certo hobby dovrei ricomperare tutto e mi dispiace!! Ma piano pianino spero di migliorare… buona giornata!😀

    • ecco… parliamo di bricolage: sono indecisissima tra rassegnarmi a considerare il materiale che mi è rimasto “un mondo a parte” rispetto al resto della casa, oppure liberarmi di tutto… e forse mi sto orientando verso questa seconda opzione (oppure no… per l’appunto, sono proprio indecisa)!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...